canone rai
Tempo di lettura: < 1 minuto

La legge di stabilità 2016, come preannunciato, ha introdotto novità in tema di pagamento del Canone Rai.

canone raiIn attesa del decreto attuativo (che sarà pronto entro metà febbraio e darà indicazioni pratiche sulla questione), vediamo quali sono le prime novità.

Innanzitutto, l’importo del canone è ridotto da Euro 113,50 ad Euro 100 l’anno.

In secondo luogo, l’addebito si pagherà direttamente in bolletta a partire dal 01.07.2016, in 10 rate mensili.

Infatti, la legge, dopo aver previsto che “La detenzione di un apparecchio si presume altresì nel caso in cui esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica” e che “il canone di abbonamento è, in ogni caso, dovuto una sola volta in relazione agli apparecchi detenuti, nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora, dallo stesso soggetto e dai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica”, è stato altresì previsto che per i suddetti titolari di utenza di fornitura di energia elettrica “il pagamento del canone avviene in dieci rate mensili, addebitate sulle fatture emesse dall’impresa elettrica aventi scadenza del pagamento successiva alla scadenza delle rate”.

L’importo delle rate dovrà essere oggetto di distinta indicazione nel contesto della fattura emessa dall’impresa elettrica, non è imponibile ai fini fiscali e verrà riversato direttamente all’Erario da parte delle imprese elettriche.

La novità riguarda solamente i privati, mentre uffici, studi ed esercizi commerciali dovranno pagare, qualora abbiano un televisore, tramite il bollettino postale e non in bolletta.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.