Enasarco, contratti di agenzia, agenti di commercio, avvocato bergamo
Tempo di lettura: 2 minuti

ENASARCO sta per Ente Nazionale di Assistenza per Agenti e Rappresentanti di Commercio.

Enasarco, contratti di agenzia, agenti di commercio, avvocato bergamo

Logo della Fondazione Enasarco

Nato nel 1939 come Ente Pubblico, dal 1996 è divenuta fondazione privata incaricata di pubbliche funzioni, mantenendo sostanzialmente invariata la sua funzione, che è quella di provvedere alla previdenza e assistenza degli agenti e rappresentanti di commercio.

In pratica, fra svariati servizi, quelli principali sono quelli di tipo pensionistico e assistenziale (indennità maternità, assicurazione malattia e infortuni ecc.).

Questi servizi sono finanziati dai versamenti periodici in parte a carico della casa mandante e in parte dell’agente. E’ sempre però la casa mandante il soggetto che deve provvedere materialmente al versamento, trattenendo quindi la quota a carico dell’agente dalle provvigioni maturate.

La scadenza di versamento dei contributi cade 4 volte all’anno:

  • 20 maggio per i contributi del I trimestre
  • 20 agosto per i contributi del II trimestre (attenzione alla prossima scadenza!)
  • 20 novembre per i contributi del III trimestre
  • 20 gennaio per i contributi del IV trimestre

A queste scadenze se ne aggiunge un’altra, quella che cade nel mese di marzo (dal 1 marzo al 31 marzo) e riguarda il versamento del FIRR, cioè di quella “quota” di indennità di fine rapporto che le case mandanti sono tenute a versare a proprio integrale carico in favore degli agenti, se sono iscritte alle associazioni di categoria o applicano gli accordi economici collettivi. Ricordo che non è sempre obbligatorio versare il FIRR: per questo argomento rimando al mio post: FIRR, quello che le aziende non sanno

Il versamento avviene mediante compilazione da parte della casa mandante di una “distinta on line” seguita dal pagamento mediante MAV o RID.

Queste prestazioni sono integrative rispetto alla pensione INPS.

Gli agenti di commercio, infatti, sono in ogni caso tenuti, questa volta a proprio esclusivo carico, ad iscriversi presso l’INPS – gestione commercianti, provvedendo direttamente al versamento della relativa contribuzione.

Oltre al versamento dei contributi Enasarco, gli agenti di commercio devono versare i contributi anche all’INPS

Questo consentirà però loro di ottenere, se operano in forma individuale o sono soci di società di persone illimitatamente responsabili (soci di s.n.c. o socio accomandatario di s.a.s.) due pensioni.

In questo senso, si parla di previdenza Enasarco come del “secondo pilastro” previdenziale, sebbene questa definizione non sia del tutto appropiata: riguardo la definizione comune, infatti, il “secondo pilastro previdenziale” indica una previdenza di tipo volontario, gestita solitamente da Fondi Pensione, mentre riguardo l’Enasarco essa è di tipo obbligatorio (il che porrebbe la previdenza Enasarco più in una via di mezzo tra il primo e il secondo pilastro)

Se sei un’azienda che gestisce agenti di commercio, ci occupiamo a 360° delle problematiche aziendali contrattuali, fiscali e previdenzali Enasrco, legate agli agenti di commercio, conteggi e valutazioni costi-benefici sono tra i servizi che ci contraddistinguono.

Per una gestione senza pensieri della tua rete agenti, visita la nostra pagina

=>Agenti di commercio: gestione senza pensieri

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.