spese condominiali
Tempo di lettura: < 1 minuto


spese condominialiS
uggerimenti per l’acquisto – e la vendita – di immobili in condominio

È abbastanza noto che chi acquista un immobile in Condomini deve fare attenzione ed informarsi – anche contattando l’amministratore condominiale – se il venditore ha pagato regolarmente le spese condominiali o se ci sono arretrati.
Infatti, chi acquista è obbligato, insieme a chi vende, al pagamento delle spese condominiali relative all’anno in corso e a quello precedente.

Anche chi vende, tuttavia, deve prestare molta attenzione.
Forse non tutti sanno, infatti, che con la riforma del 2012, in vigore dal 18.6.2013, è stata prevista – dall’art. 63 disposizioni attuative del codice civile – anche una responsabilità “al contrario”: cioè anche chi vende rischia di rimanere responsabile per le spese condominiali successive, maturate dall’acquirente, senza limiti di tempo.

La norma prevede che “chi cede diritti su unità immobiliari resta obbligato solidalmente con l’avente causa per i contributi maturati fino al momento in cui è trasmessa all’amministratore la copia autentica del titolo che determina il trasferimento del diritto”.

Attenzione, quindi, a ricordarsi non solo di comunicare all’amministratore i dati del nuovo proprietario, ma anche a trasmettere, in modo certo e dimostrabile, la copia autentica del titolo (ad es. contratto di compravendita), per non rischiare di dover pagare, magari anche a distanza di anni, le spese condominiali nel frattempo maturare (e non pagate) dall’acquirente.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.