brevetto
Tempo di lettura: 2 minuti

Validità del brevetto: i requisiti e l’ambito di applicazione di un brevetto possono essere individuati  attraverso la combinazione delle singole rivendicazioni.

brevettoAnche la descrizione e i disegni allegati alla domanda servono a chiarire la portata delle rivendicazioni e, per l’effetto, la validità del diritto.

Nel luglio 2017 il Tribunale di Firenze si è pronunciato in merito ad un’ipotesi di contraffazione.

In particolare, la società “A” operante nel settore della produzione di macchine per caffè espresso agiva in giudizio nei confronti della società “B”.

“A” lamentava la contraffazione di un proprio brevetto italiano avente ad oggetto una macchina per caffè dotata di un particolare meccanismo per la regolazione della pressione dell’acqua e, per l’effetto, sviamento di clientela, confusione nel mercato di riferimento e danno all’immagine.

Si costituiva in giudizio “B”, la quale eccepiva che la propria macchinetta del caffè fosse conforme ad un proprio brevetto di utilità e ad un altro per invenzione, chiedendo così che il Tribunale accertasse la nullità del titolo brevettuale di “A” per carenza degli elementi di novità, originalità e sufficienza nella descrizione del prodotto.

Il Tribunale di Firenze ha respinto, anzitutto, le richieste formulate dalla società “A”, evidenziando come la macchina del caffè utilizzata da “B” non presentasse le medesime caratteristiche tutelate dal brevetto di “A”.

La circostanza più interessante, invece, è rappresentata dal ragionamento effettuato dal Tribunale che ha dichiarato la piena validità del titolo di “A”, pur essendo le singole rivendicazioni esaminate prive dei requisiti di novità e originalità, se considerate separatamente le une dalle altre.

Spiega il Tribunale, invece, che il brevetto in oggetto deve considerarsi valido alla luce dell’insieme delle rivendicazioni contenute nello stesso, ivi comprese le descrizioni e i disegni allegati alla domanda di brevetto.

Il Tribunale fiorentino ha evidenziato, infine, che deve considerarsi valido un brevetto che si presenti come complesso di più elementi, anche scoindibili tra loro, tutti però indirizzati verso l’unico obiettivo di risolvere un problema industriale in modo nuovo rispetto allo stato dell’arte.

Se vuoi avere maggiori informazioni sulla tutela dei marchi e brevetti, contattaci cliccando qui.

Avv. Lorenzo Coglitore

Per ulteriori approfondimenti in tema di concorrenza sleale, ti possono interessare anche

Distinzione tra marchio debole e forte

Tutela di marchi e brevetti: come difendersi

marchio di fatto: validità e tutela